Nei prossimi 10 anni la richiesta di project manager crescerà più velocemente rispetto ad altre professionalità. Questo dato rappresenta un potenziale rischio per le organizzazioni, che si troveranno ad affrontare un gap di competenze.

E’ quanto emerge dall’ultima analisi commissionata dal PMI ad AEG che evidenzia come per i project manager ci siano enormi opportunità sia in termini di richiesta di lavoro che di possibilità di carriera.

L’analisi è stata condotta in 11 paesi e mistra come, di qui al 2027, la forza lavoro orientata al project management, nell’ambito di sette settori dove il lavoro progettuale è preminente, crescerà del 33%, generando quasi 22 milioni di nuove opportunità di lavoro.

Entro il 2027 i datori di lavoro avranno bisogno di quasi 88 milioni di persone da impiegare in ruoli orientati al project management. Di questi, più del 75% saranno in Cina e in India.

Il rapporto, scaricabile a questo link, mostra come i project manager siano un elemento fondamentale per la produttività. La scarsità di risorse in questa professione potrebbe potenzialmente creare, nel prossimo decennio, rischi per oltre duecento miliardi di dollari di PIL degli 11 paesi esaminati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.